• :
  • :
Quotidiano del condominio
CONDOMINIO: VIETATE LE INNOVAZIONI CHE PREGIUDICHINO STABILITÀ O SICUREZZA DEL FABBRICATO

CONDOMINIO: VIETATE LE INNOVAZIONI CHE PREGIUDICHINO STABILITÀ O SICUREZZA DEL FABBRICATO

[A cura di: Corrado Sforza Fogliani - presidente centro studi Confedilizia]

Oltre a quello di alterare il decoro architettonico, le innovazioni di cui all’articolo 1120 del codice civile sono soggette ad un altro limite: il divieto, cioè, di “recare pregiudizio alla stabilità o alla sicurezza del fabbricato”.
Della questione si è occupata, in particolare, la dottrina, la quale ha precisato che per “stabilità” è da intendersi la capacità statica dell’edificio, con la conseguenza che l’innovazione non deve determinare un indebolimento delle fondamenta o delle strutture portanti del fabbricato; per “sicurezza”, invece, si intende l’idoneità dell’edificio ad evitare intrusioni da parte di terzi o danni derivanti da eventi esterni. 
Da tanto discende che la sicurezza può essere pregiudicata non solo quando l’edificio, per effetto della nuova opera, sia posto in condizioni di pericolo (e in questa prospettiva è stata ritenuta vietata, ad esempio, la sostituzione di un muro portante con travi di ferro: cfr. Cass. sent. 9497 dell’11.11.’94), ma anche quando la vita all’interno dello stabile non sia più sicura contro eventuali attacchi di uomini (es.: ladri) o di eventi naturali (es.: incendi).
Il divieto in questione, peraltro, ha carattere assoluto e non può essere superato neppure con il consenso della totalità dei condòmini. In proposito, sempre in dottrina, è stato sottolineato, infatti, che tale divieto ha la finalità di tutelare l’esistenza materiale dello stabile, che potrebbe essere minata da eventuali opere sullo stesso, con conseguente rischio di un reale pericolo non solo per i condòmini, ma anche per terzi estranei. 
La giurisprudenza, dal canto suo, ha osservato che, in caso di opere che violino il divieto di recare pregiudizio alla stabilità o alla sicurezza del fabbricato, è diritto dei condòmini ottenere la rimessione in pristino (cfr. Cass. sent. n. 4958 del 20.8.’81, relativa ad innovazioni apportate in violazione di norme antisismiche).

Tutti gli articoli > Tutti gli articoli >

Il Quotidiano del Condominio
Condominio: vietate le innovazioni che pregiudichino stabilitÀ o sicurezza del fabbricato

Il Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Condominio

Giornale di informazione condominiale.

Inserisci il tuo commento

Titolo
Commento rilasciato da
Email
Commento
Valutazione

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione di questo modulo. Tutela della privacy

CAPTCHA Image
[ Cambia codice ]

Per poter inviare il messaggio inserisci qui il codice di sicurezza
Nome e Cognome
Email
Telefono
Paese
Messaggio

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione di questo modulo. Tutela della privacy

CAPTCHA Image
[ Cambia codice ]

Per poter inviare il messaggio inserisci qui il codice di sicurezza